Cosa si intende per serverless computing

cloud - computing

Il serverless computing è una tipologia particolare del cloud computing in cui il provider gestisce dinamicamente l’allocazione delle risorse della macchina.

In un ambiente tradizionale virtualizzato o containerizzato, l’utente finale è invece responsabile del provisioning e della gestione delle proprie risorse hardware.

Come nel caso dei container, l’idea alla base del serverless computing può portare a una riduzione dei costi di sviluppo e di gestione.

Le caratteristiche fondamentali del serverless computing e le sfide principali

L’informatica senza server è un concetto relativamente nuovo. È così nuovo che il termine è stato coniato solo nel 2011 da Adrian Cockcroft, ingegnere di Netflix. Il serverless computing sfrutta il cloud per eseguire applicazioni senza dover gestire l’infrastruttura.

I vantaggi del serverless computing stanno diventando sempre più evidenti man mano che le aziende si rendono conto dei potenziali risparmi e della scalabilità che può offrire.

Ecco alcune caratteristiche chiave del serverless computing e le differenze rispetto al cloud:

  • Scalabilità: Con serverless, la scalabilità dell’applicazione è automatica una volta impostati i servizi in un provider come AWS Lambda o Azure Functions. Questi servizi aumentano o diminuiscono automaticamente in base alla domanda, in modo da non doversi preoccupare di fornire risorse in eccesso o in difetto quando il traffico aumenta o diminuisce. Si paga solo per quello che si usa, quindi i risparmi sono significativi rispetto ai modelli di hosting tradizionali, che prevedono il pagamento di risorse inattive per tutto il tempo, anche quando non vengono utilizzate.
  • Prezzi pay-per-use: Con serverless, si paga solo per quello che si usa, il che significa niente più costi fissi per le risorse inattive o sprecate a causa di picchi di traffico o tendenze stagionali che non richiedono la piena capacità 24 ore su 24, 7 giorni su 7.
  • Speed-to-market: Poiché non è necessario attendere il provisioning dei server, l’applicazione può essere distribuita molto più rapidamente.

Vantaggi e svantaggi del serverless computing

L’informatica serverless si contraddistingue per diversi vantaggi rispetto alle architetture cloud tradizionali:

  • Risparmio sui costi: Il serverless computing è più economico del cloud computing tradizionale perché non si deve pagare per l’infrastruttura sottostante. Si paga solo la potenza di calcolo utilizzata e non è necessario impostare e mantenere macchine virtuali o configurare bilanciatori di carico. Inoltre, il serverless computing riduce i costi IT complessivi eliminando la necessità di server dedicati e personale di manutenzione.
  • Scalabilità migliorata: Le piattaforme serverless consentono di scalare rapidamente quando necessario, aggiungendo più potenza di calcolo. Ciò può essere particolarmente utile quando si desidera aumentare la quantità di utenti che accedono all’applicazione in un determinato momento, ad esempio durante le ore di punta o quando si rilasciano nuove funzionalità che richiedono risorse aggiuntive. Con le piattaforme serverless, inoltre, è possibile ridimensionare facilmente l’applicazione se la domanda diminuisce o se si vuole risparmiare sui costi a lungo termine.

Gli svantaggi del serverless computing

Gli svantaggi del serverless computing sono piuttosto limitati rispetto agli svantaggi ma per completezza tra essi possiamo ricordare:

  • Richiede un maggiore impegno da parte degli sviluppatori rispetto alle applicazioni tradizionali, perché queste ultime hanno un sistema operativo e un codice distribuibile, mentre le applicazioni serverless non hanno nulla di tutto ciò. Gli sviluppatori devono dedicare tempo a trovare librerie con cui rendere accessibile il loro codice attraverso le richieste HTTP, ad esempio.
  • L’informatica serverless non supporta tutti i tipi di applicazioni, ma solo quelle che possono essere suddivise in piccoli pezzi ed eseguite indipendentemente l’una dall’altra. Questa restrizione limita notevolmente i potenziali casi d’uso di questa tecnologia

In conclusione

In futuro, il fornitore di servizi cloud potrebbe persino offrire regioni speciali “serverless on demand”. Potrebbero utilizzare nodi riservati o altre infrastrutture ad alto utilizzo per offrire calcolo serverless a un prezzo più interessante. Tali regioni consentirebbero ai verticali di scalare l’elaborazione in modo dinamico con latenze inferiori rispetto ai fornitori di cloud tradizionali.

psicologia online Previous post Psicologo 4U è la nuova realtà della psicoterapia online in Italia